Senza titolo-2.jpg

Bio

Si occupa di fotografia, come autrice, libraia ed editrice.

Dal 2018 lavora con la Libreria Marini di Roma, occupandosi di organizzazione eventi, curatela, content creation, scouting.

Ha lavorato per artisti, musicisti, enti, magazine, produzioni cinematografiche. 

Fra le pubblicazioni: Yogurt Magazine, Artribune, Artpil, Il Post, Rumore, Clickblog, Transphotographiques, Crapula.

 

Ha esposto in Italia e all'estero, ultima esposizione nel Novembre 2019 alla Galerie Claude Samuel di Parigi in occasione della collettiva 30 Under 30 Woman Photographers. Nel 2020 co-fonda la casa editrice DITO Publishing.

Statement

 

La mia pratica si sviluppa attraverso fotografia, collage digitale e analogico, manipolazioni, video, parola. La mia mente assimila e attinge principalmente da due canali, il sogno e l’ambiente naturale, compresa la forma umana, che osservo allo stesso modo di come osservo un masso, o l’acqua. Il primo canale muove dall’interno, il secondo dall’esterno, entrambi, e insieme, mi portano a notare come la mutabilità delle cose sia dotata di una sua forma: specifica, provvisoria, malleabile, intercambiabile. Come la trascendenza del sogno crea forme che si presentano a volte nitidissime per poi mescolarsi e trasformarsi, la natura pone la questione dell’immanenza e del legame fra le forme. Cercare forma nella trascendenza del sogno e flessibilità nell’immanenza della natura mi sembrano due sentimenti che seguo adesso, e che permeano il mio ultimo lavoro, confluito nel libro “Sogno o Lydia” (DITO Publishing, 2020).

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle